Stampa
Visite: 1064

COMUNICATO STAMPA

 

Dichiarazione di Adriano Sgrò, Coordinatore nazionale dell'Area 'Democrazia e Lavoro' CGIL

 

GOVERNO E SINDACATI: SGRO’ (CGIL), L’INCONTRO AL MIN. INTERNO? UTILE SOLO AD ALIMENTARE LA PENOSA STORYTELLING DI SALVINI

Alla luce della storia della Cgil, vorremmo chiedere maggiore rispetto per un’organizzazione del lavoro e antifascista, affinché non sia utilizzata nei bisticci esistenti tra i due partiti di Governo”

Al termine dell’incontro convocato dal ministro Salvini, in luogo assai improprio, alla presenza delle organizzazioni sindacali, sorge spontanea una considerazione: alla luce della storia della Cgil, vorremmo chiedere maggiore rispetto per un’organizzazione del lavoro e antifascista, affinché non sia utilizzata nei bisticci esistenti tra i due partiti di Governo.

Mentre il penoso storytelling propagandistico di Salvini stava per infilarsi in una situazione complicatissima, i sindacati (Cgil in testa) sono finiti nel pieno di un litigio istituzionale, senza peraltro riuscire a dettare temi e tempi nell’incontro di oggi. A chi sia servita questa situazione non appare chiaro, anche perché non è con questo imbarazzante incontro che si possa individuare un primo segnale netto di riconoscimento del ruolo sindacale.

Si prenda piuttosto, rapidamente e con decisione, il percorso della vertenza e della mobilitazione generale, oramai mature sui temi del lavoro, delle politiche economiche e industriali e contro il provvedimento riguardante la secessione delle regioni più ricche.

Il Paese non può più attendere e non dobbiamo farci trascinare in un balletto tra litiganti che hanno in mente solo interessi di bottega e non il benessere dei cittadini e dei lavoratori e pensionati italiani.