Blue Flower

Cambiare la legge Fornero per un sistema previdenziale equo e sostenibile

 

Comunicazione di Gian Paolo Patta

libretto previdenza 9 1 15

 

 

Nel corso del 900 l’umanità compie un enorme salto in avanti: la enorme crescita della capacità produttiva,
dovuta alle scoperte scientifiche e alla loro applicazione su vasta scala, supera in pochi anni quanto prodotto nei millenni di storia precedente. Il nascente movimento dei lavoratori, anch’esso un prodotto della età moderna, persegue tenacemente due grandi obiettivi:

l’allargamento della base democratica dello Stato alla nuova classe sociale, che rivendica un ruolo di direzione della nuova formazione sociale



l’affrancamento dalla schiavitù del lavoro, utilizzando a questo fine una parte della enorme e crescente capacità produttiva La nascita della Repubblica con la sua Costituzione fondata sul lavoro e il suffragio universale coronano l’avanzata politica dei lavoratori; la riduzione dell’orario di lavoro, la conquista di un sistema di welfare e
l’allargamento progressivo dell’istruzione sono il risultato di una grande idea che è stata la stella polare di lotte durate decenni : “lavorare per vivere e non vivere per lavorare”.
Grandi risultati nella lotta per la liberazione dalla schiavitù del lavoro si otterranno con la lotta internazionale per le 8 ore e tra gli anni 60 e i primi anni 70, quando i lavoratori otterranno che una parte della ricchezza prodotta negli anni del boom economico venga redistribuita non solo in reddito ma anche
liberando tempo per la vita.
La figura 1 sintetizza il grande progresso realizzato nel corso di un secolo: al suo inizio la media annuale delle ore lavorate per addetto era, in Europa, di 3191 ore: circa nove ore al giorno compresi i sabati e le domeniche; oggi questo tempo si è dimezzato (1572 ore medie).

 Scarica il libretto in pdf (72 Pag.)